Raccolta differenziata vetro: tutto sul bando ANCI-CoReVe

Raccolta differenziata del vetro: 10 milioni di euro per i bandi ANCI-CoReVe. Cosa c’è da sapere.

Raccolta differenziata del vetro: al via il bando ANCI-CoReVe rivolto ai Comuni per lo sviluppo e l’implementazione di un sistema di raccolta più efficace, più efficiente, più economico, più trasparente e di qualità. Scadenza, somme finanziate, requisiti per aderire: domande e risposte nel nostro articolo!

 

Perché il bando?

Sebbene il nostro Paese sia tra i più virtuosi in Europa quando si parla di raccolta differenziata del vetro, il confronto tra i dati territoriali e quelli nazionali mostra un gap preoccupante: le regioni del Centro e del Sud sono in affanno rispetto a quelle del Nord, a tal punto che ogni anno si parla di almeno 300 mila tonnellate di imballaggi in vetro riciclabile raccolte in modo indifferenziato e destinate contra legem alla discarica, con conseguenze allarmanti sia in termini economici che ambientali.

In quest’ottica si colloca l’accordo siglato tra l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e il Consorzio Recupero del Vetro per supportare gli Enti locali in un percorso di crescita e miglioramento dei loro sistemi di raccolta del vetro a lungo termine e ridurre il divario tra il Nord e il Sud Italia.

Oggetto dell’intesa due bandi (il Bando Nord, zona 1, rivolto a Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Province autonome di Trento e Bolzano, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Sardegna; e il Bando Sud, zona 2, rivolto a Lazio, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Campani), di cofinanziamento a fondo perduto destinato ai Comuni o alle Aziende di gestione, per un investimento complessivo di circa 10 milioni di euro, con l’obiettivo da un lato di sviluppare e incrementare il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti degli imballaggi in vetro, dall’altro di aumentare i flussi e migliorare la qualità della raccolta stessa.

Entrambi i bandi hanno scadenza 30 giugno 2023.

 

Quali sono gli interventi finanziabili?

l bandi ANCI-CoReVe prevedono un investimento di circa 10 milioni di euro da utilizzare per lo sviluppo e l’implementazione di:

  • sistemi di raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in vetro,
  • progetti territoriali per lo stesso scopo,
  • progetti di comunicazione per lo sviluppo della raccolta differenziata di rifiuti di imballaggi in vetro.

Nello specifico, gli interventi finanziabili interessano:

  • l’acquisto delle attrezzature (mastelli, carrellati, cassonetti, campane, ecc.) necessarie per il passaggio a un servizio di raccolta monomateriale di rifiuti di imballaggi in vetro, compreso quindi il servizio porta a porta *;
  • l’acquisto o sostituzione delle attrezzature (mastelli, carrellati, cassonetti, campane, ecc.) necessarie per il potenziamento dell’esistente*;
  • l’implementazione di progetti territoriali per gli stessi scopi, cioè la progettazione, il supporto tecnico e di start up per la messa a terra delle attrezzature o per l’avvio di una nuova modalità di raccolta*;
  • la realizzazione di progetti di comunicazione per lo sviluppo della raccolta differenziata di rifiuti di imballaggi in vetro monomateriale da parte dei Comuni o di soggetti da essi delegati, convenzionati con CoReVe**.

* È prevista una quota di cofinanziamento pari al 70% della spesa sostenuta, comunque fino a un importo massimo pari a 100.000 euro (IVA compresa) se dovuta per singolo progetto e fino a esaurimento della capienza delle risorse disponibili.

** È prevista una quota di cofinanziamento pari al 70% della spesa sostenuta, comunque fino a un importo massimo pari a 30.000 euro (IVA compresa) se dovuta per singolo progetto e fino a esaurimento della capienza delle 4 risorse disponibili

 

Chi sono i beneficiari?

Su questo punto è bene fare chiarezza! I bandi si rivolgono ai Comuni italiani che rispettano precise condizioni:

  1. hanno sottoscritto direttamente o tramite gestore delegato una convenzione con CoReVe;
  2. singolarmente o in forma associata ex articolo 30 tuel
  3. non siano già stati destinatari di finanziamenti erogati da CoReVe negli ultimi 2 anni.

I requisiti devono intendersi in maniera cumulativa e non alternativa.

Nel caso di Azienda di gestione è possibile presentare un’unica domanda per più Comuni oppure una singola domanda per Comune gestito, senza limite massimo al numero di candidature, mentre le domande relative a progetti riguardanti Comuni in forma associata dovranno essere presentate dall’Unione o dal Comune capofila.

 

Come aderire ed entro quando?

Le domande di adesione potranno essere presentate entro le ore 24.00 del 30 giugno 2023, seguendo l’iter indicato nella sezione dedicata al bando sul sito www.coreve.it.

La documentazione da presentare comprende:

  • domanda
  • scheda tecnica di progetto
  • dichiarazione a doppia firma dell’Amministrazione comunale e del Gestore del servizio attestante l’impegno dello stesso a dare attuazione ai contenuti indicati nella scheda tecnica di progetto, oltre al programma di posizionamento ed all’impegno all’utilizzo delle attrezzature ivi previste*
  • impegno ad apporre, su ogni attrezzatura acquistata tramite il contributo oggetto del presente bando, di apposita serigrafia o adesivo riportante la dicitura: “Attrezzatura finanziata dal Bando Anci-CoReVe”, con doppio logo ANCI e CoReVe*.

 

* solo se il progetto candidato preveda l’acquisto di attrezzature destinate alla raccolta differenziata degli imballaggi in vetro.

 

Per ogni altra informazione contattateci al 3486185167 o su commerciale@sikuel.it
Di seguito rimandiamo ai bandi, scaricabili dal sito CoReVe ai link:

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Scopri le nostre soluzioni

K-FLEET

fleet-01

K-TARIP

rifiuti

Leggi anche le ultime news

Via M. Rumor 8 – 97100 Ragusa, Italy – Tel 0932 667555 / 348 6185167– info@sikuel.it – commerciale.sikuel@pec-legal.it – P.IVA 01201690888

SIKUEL_logo_g